Jacopo Pasquini Simone Giomi e una Guida Completa alla User Experience

ux-boutique

Da un paio di settimane è uscito un nuovo libro sull’usabilità dei siti web scritto da due giovani autori italiani, Jacopo Pasquini e Simone Giomi, due toscanacci esperti di comunicazione online e user experience.

Come sapete benissimo iWebDesigner è un blog che tratta di design, webdesign, risorse web, oltre a UXDesign e Architettura dell’Informazione ed era chiaro che nelle nostre ricerche continue di migliorare i nostri articoli e di offrire a voi lettori sempre nuove e stimolanti risorse incappassimo in questi due baldi giovani.

Abbiamo deciso di intervistarli per farci raccontare come, in questi tempi di “lettura a schermo”, può saltar fuori l’idea di scrivere un libro, per di più su un tema piuttosto battuto da autorevoli guru internazionali.

Come vi è saltato in mente di scrivere un libro sull’usabilità, un tema già approfondito negli anni passati da autori di altissimo livello internazionale?

Bella domanda: certe volte ce lo chiediamo anche noi! Scherzi a parte, se proprio dobbiamo dire la verità noi non siamo affatto partiti con l’idea di “scrivere un libro” sull’usabilità. Abbiamo piuttosto deciso di mettere a frutto un bel po’ di materiale che avevamo nel tempo messo da parte per i corsi di formazione e per le consulenze: moltissime slide, moltissimi screenshot con esempi di buono e cattivo design, una bella bibliografia (e libreria!) in comune. A un certo punto ci siamo chiesti: perché non “incolliamo” tutti questi pezzi della nostra esperienza professionale in un libro? Ci abbiamo provato e alla fine (incredibile!) ci siamo anche riusciti.

Bravi, bella iniziativa. Ma come la mettiamo sul fatto che il vostro libro tratta un tema già molto approfondito da esperti internazionali di altissimo livello?

Questo è stato uno dei primi scogli per la stesura perché eravamo ben consapevoli del panorama “letterario” in cui saremo andati a inserirci. Ci abbiamo pensato sopra un po’ e poi ci siamo detti: siamo formatori e consulenti, puntiamo sulla nostra esperienza sul campo e creiamo una vera e propria guida pratica all’usabilità web, che sia di interesse soprattutto per coloro che lavorano, con profili diversi, intorno a progetti web.

Abbiamo quindi deciso di dare un impronta molto consulenziale al saggio fin dalla sua struttura generale. Se guardate l’indice del libro (http://www.userexperience.boutique/wp-content/uploads/2014/06/Indice_Web_usability.pdf) vi accorgerete subito che i 10 capitoli da cui è composto vanno a costituire una vera e propria check-list operativa per progettare e valutare la user experience dei siti web. Nessuno aveva mai pensato un libro con questo specifico formato, in questo senso ci sentiamo di aver fatto una cosa piuttosto originale!

Entriamo nel dettaglio: quali sono i temi di usabilità che descrivete nel libro?

Ogni capitolo tratta un tema particolare della progettazione web e siccome parliamo di user experience e non solo di usabilità la nostra analisi spazia a 360° all’interno del settore del web design: diamo consigli sulla brand identity, sull’architettura dell’informazione, sugli aspetti di visual design, di scrittura di testi per il web, senza dimenticare un approfondimento tutto dedicato al tema dell’e-commerce. I diversi temi sono descritti alla luce delle più solide linee guida di buon design e presentati attraverso numerosi esempi illustrati del web dei giorni nostri (i famosi screenshot di cui sopra, disponibili a colori nella versione e-book http://goo.gl/d6UaWL). In questo senso ogni capitolo va letto come una piccola consulenza di progettazione pronta per essere applicata nel lavoro di tutti i giorni.

Esattamente a quale pubblico si rivolge il vostro libro?

In prima battuta a tutti coloro che lavorano a vario titolo su progetti web: grafici, sviluppatori, project manager. Abbiamo scritto il libro avendo in mente anche tutte quelle persone che sempre più numerose si stanno avvicinando o incuriosendo al tema della user experience, un settore e una professionalità che negli ultimi anni ha visto una bella impennata. Per questo abbiamo scelto un tone of voice (passateci il termine tecnico) molto semplice e diretto, adatto anche ai neofiti e non addetti ai lavori.

Nel libro non siete solo voi a parlare, abbiamo visto che ci sono molti contributi esterni di famosi esperti del settore.

Verissimo! Per dare movimento e lustro al nostro saggio ci siamo avvalsi di commenti e approfondimenti da parte di molti colleghi e amici che si occupano di ux: designer, docenti, consulenti, grafici, front-end developer, blogger.  32 esperti per un totale di 25 contributi suddivisi nei diversi capitoli del libro. Siamo molto soddisfatti di questo gioco di squadra che ha suscitato anche un certo interesse all’interno delle comunità italiane del settore.

È il vostro primo libro: non avete il timore di ricevere qualche critica negativa dagli addetti ai lavori?

Quando ci si espone in modo così pubblico è inevitabile registrare feedback positivi e negativi. Il libro è uscito da poco e per ora abbiamo solo ricevuto i complimenti e gli auguri degli amici. Per tutti i rumors che usciranno fuori ci siamo comunque attrezzati attivando un “tumblerino” (come diciamo noi) dove raccogliamo una specie di rassegna stampa sul libro: notizie, interviste come questa, recensioni, post dei social, e tutto ciò che verrà detto di bello e di brutto. Se siete interessati a seguire i rumors di WebUsabilty cliccate su questo link: http://librowebusability.tumblr.com/.

Avete messo in piedi anche un sito del libro?

Ebbene no, non ce l’abbiamo un sito del libro. Per ora abbiamo preferito puntare su un strategia di comunicazione più tentacolare, basata su diverse attività online. Una l’abbiamo già detta, il tumblerino dei rumors. L’altra è un blog/community dove invitiamo le persone a pubblicare gli epicfail dell’usabiltà web, questo progetto prende il nome di “nel sito più brutto del mondo”  (http://www.nelsitopiubruttodelmondo.it/), oltre al blog esistono anche le versioni social di Twitter e Facebook

Abbiamo poi attivato un sito per promuovere le nostre attività professionali di consulenza e formazione sulla user experience scegliendo un dominio di primo livello un po’ ambizioso: http://www.userexperience.boutique/ . Speriamo ci porti fortuna!

Molto bene, grazie mille Jacopo e Simone per la vostra intervista ( è la prima intervista che rilasciamo su iWebDesigner, siatene fierissimi) e a proposito nella fretta ci stavamo dimenticando un piccolo dettaglio… il titolo completo del libro è ” Web Usability. Guida Completa alla User Experience e all’Usabilità per comunicare e vendere online” edizioni Hoepli e lo potete trovare su Hoepli o su Amazon.

Buona lettura.

Scritto da mtderiw

mtderiw

Information Architect and Social Media Strategist, Experienced Test Manager, un edile dell’Informazione imprestato all’informatica o viceversa, scegliete voi! Un pazzo scrivente che ama l’informatica, la comunicazione e… le moto!

COMMENTA

Loading Disqus Comments ...
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *