Clienti e Web Designer: buona la prima!

clienti-e-web-designer

La priorita di un web designer e’ quella di essere un ottimo designer, ma anche saper gestire il proprio lavoro, le risorse,  la parte finanziaria e sopratutto trovare nuovi clienti. Oggi affronteremo insieme il primo approccio con un cliente potenziale e piu’ precisamente di come fare una buona impressione fin da subito.

1. Essere amichevoli

Nessuno vuole lavorare con un designer scontroso. Bisogna essere affabili e gentili, nessun cliente vuole trovare una “scimmia” che sa usare bene il mouse per risolvere i suoi problemi o raggiungere i suoi obiettivi di business.

2. Professionali

Anche se e’ difficile perche’ siamo abituati a lavorare in pigiama, a non farsi mai la barba e farsi la doccia solo al mercoledi’, bisogna adottare altre tecniche comportamentali per non comprommettersi il cliente al primo incontro. Non voglio dire che sia necessario lo smooking o un papillon, ma un paio di jeans e una sorta di camicia, parlare e agire in maniera professionale per trattare col cliente e’ una buona norma.

3. Organizzazione

Quando si incontra il cliente bisogna essere gia’ preparati per non essere colti impreparati. Fare una ricerca sul potenziale cliente e portarsi dietro dei campioni di progetti gia’ fatti e’ un’utile pratica.

4. Presentazione Web

Alle volte non si ha la possibilita’ di incontrare il cliente di persona e quindi lui andra’ a vedere il nostro sito. Allora aggiornare sempre il portfolio e far trasparire dal sito la nostra personalita’.

Ecco qua, pochi ma decisivi consigli per fare buona impressione sul cliente. L’abito non fa il monaco e’ verissimo, ma nel mondo del web design e’ altrettanto vero anche il contrario. Condividi i tuoi pensieri nei commenti.

Alla prossima!

Scritto da Magoo

Magoo

Web Developer & Mobile Developer, Game Lover insomma un Nerd.
Co-founder Iwebdesigner.it, Nerdzhouse SRL.
Prendo a schiaffi la tastiera fino a quando non succede qualcosa di buono.

COMMENTA

Loading Disqus Comments ...
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *