Le regioni italiane protagoniste allo SMAU 2011

regioni_italiane_allo_smau


regioni_italiane_allo_smau

Quest’anno allo SMAU si rendono protagoniste anche le regioni italiane e i loro assessorati. Si fanno, finalmente, promotrici di iniziative utili all’espansione aziendale tecnologica territoriale, in primis grazie a nuovi finanziamenti messi a disposizione delle aziende.

Anche la mia amata Liguria era presente insieme ad altre otto regioni e, tutte insieme, affronteranno il tema delle citta’ intelligenti che tanto ci preme venga portato avanti e sviluppato. Ci auguriamo anche che siano le stesse aziende tecnologiche del territorio italiano, ad occuparsi poi dello sviluppo pratico, e non solo teorico, delle elaborazioni e scelte che i nostri assessorati svilupperanno in futuro per creare un domani piu’ tecnologico e piu’ pulito sotto diversi aspetti.

Questa notizia potrebbe e dovrebbe aprire un bel dibattito su quanti altri posti di lavoro si andrebbero a creare grazie all’espansione tecnologica italiana se questa diventasse una delle priorita’ dello Stato. E’ un piccolo primo passo verso un ipotetico miglioramento dello stile di vita in questa fantastica nazione abbandonata, solo per il momento si spera, a se stessa.

COMMENTA

Loading Disqus Comments ...
Loading Facebook Comments ...

ommenti

Lascia una risposta
  1. Sospiro di sollievo…che potrebbe arrivare nel caso in cui finisse la fuga di cervelli dall’Italia…cosa che potrebbe finire se l’innovazione tecnologica partisse proprio da qui!

  2. si, e secondo te, basta un po’ di innovazione tecnologica per convincere quelli che hanno studiato per tutta la vita a rimanere in Italia e prendersi degli stipendi da 950 euro al mese (quando sono fortunati)? Io non credo proprio…

    Comunque sono contento lo stesso che si stia iniziando a fare qualcosa! 🙂

  3. Sono quasi daccordo con tutti e due nel senso che io sono stata all’estero e anche li non e’ che ti regalino i lavori da dirigente o quadro o come si chiamano quelli piu’ pagati che andrebbero dati ai laureati…
    Pero’ c’e’ da dire che qui non ti danno nemmeno quelli NON dirigenziali…

    E in ogni caso sono contenta anche io che qualcosa cominci a muoversi! ^^

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *