Berlino the place to be in Europa: intervista ad un web designer freelance

Berlino-the-place-to-be-in-Europa-intervista-ad-un-web-designer-freelance

Berlino-the-place-to-be-in-Europa-intervista-ad-un-web-designer-freelance

Sono le 8 e mezza di una mattina di primavera e Claudio attraversa il Mitte (il centro) per raggiungere il Sankt Oberholz, dove è tempo di un altro Silicon Allee Breakfast  Meetup. Il Sankt Oberholz è la versione tutta europea del Buck’s, il famoso caffè della Silicon Valley in California dove da anni gli esperti dell’economia digitale si incontrano per condividere idee ed esperienze . Dopo aver studiato Comunicazione Visiva al Politecnico di Milano Claudio Sinopoli

web designer  freelance ha deciso di fare il salto: da un paio d’anni ormai si è trasferito a Berlino dove ancora non riesce ad abituarsi al caffè tedesco e al modo in cui ai tedeschi piace cuocere la pasta.  Ma cosa l’ha portato sulle rive della Sprea?

Web Designer Berlino

L’atmosfera qui è elettrizzante, e sarà per il beat elettronico della vita notturna berlinese o per l’incredibile melting pot di culture che popola la città e conta ben 192 nazionalità diverse, quel che è certo è che la creatività qui è nell’aria.  Ci ho pensato a lungo e non è stato facile, l’idea di lasciare il Belpaese alla volta una città in cui di inverno si toccano i meno venti gradi non mi allettava tantissimo. Però da Berlino i rumori erano troppo forti, non potevo più ignorarli…”

É cosi che Claudio comincia a raccontarci di Berlino, che si è ormai da tempo guadagnata il titolo di prima meta delle start-up (techcrunch) e ha spodestato dal trono Londra che da sempre,  grazie al movimentato mercato finanziario e (particolare da non trascurare) alla lingua inglese come lingua madre , aveva rappresentato la meta d’approdo naturale di ogni start-up proveniente dalla Silicon Valley. Oggi sempre di più sono le compagnie statunitensi che scelgono Berlino per entrare nel mercato europeo. Ma cosa ha fatto di Berlino la nuova Mecca delle start-up?

La città è diventata the place to be, se hai un’idea innovativa Berlino  è il posto giusto ! Le ragioni che spiegano la mia affermazione sono molto pragmatiche, Belrino rende semplicemente la vita degli addetti ai lavori più semplice! Tanto per cominciare la città, per essere una capitale, vanta uno dei più bassi costi della vita in Europa, ad esempio l’affitto annuale per attività commerciali costa circa 330 $  per metro quadro contro i circa 900 $ di Londra. Inoltre la città è coperta da un ottimo sistema di infrastrutture, della quale i tedeschi ovviamente non fanno che lamentarsi… A Berlino tutte le speranze di ripresa economica sono state riposte nell’economia digitale. Si sa infatti che la capitale tedesca è tra le città più povere in Germania, e l’avvento dell’economia digitale ha rapprensentato per la città il momento giusto per valorizzare la sua natura di città artistica: a Berlino il connubio tra tecnologia ed arte non si è rivelato semplicemente possibile, ma davvero di successo!”

Per chi ancora non lo sapesse in tutto questo il contributo degli italiani c’è ed è di valore:  è per questo che Claudio, a parte alcune difficoltà iniziali, ha trovato subito la sua strada  qui a Berlino.

L’importante è crederci e non cedere dopo i primi segni di debolezza, difficoltà, incertezze o insuccessi. Il passaggio dall’Italia alla Germania non è stato certo proprio soft  e non solo a causa della terribile cucina tedesca J  Le esperienze di lavoro in Italia erano caratterizzate da una forte predilezione per la quantità piuttosto che per la qualità. A Berlino suona un’altra musica: qui prima di tutto viene la qualità e questo è fuori discussione, al cliente non interessa che tu ci metta un paio di giorni o una settimana in più, l’importante è che il risultato finale sia il più vicino possibile alle aspettative. Oggi il successo di un web designer non dipende semplicemente dalla sua bravura ma anche dalle capacità di gestione degli strumenti messi a disposizione dalla tecnologia: tablets, smartpphones, laptop… la parola d’ordine è fare networking, e coltivare il proprio profilo digitale a 360 gradi è diventato fondamentale!”

Sebbene non sia tutto sempre rose e fiori, quel che è sicuro è che Berlino è dalla parte dei freelance e delle startup:  ogni giorno in città si tengono seminari, workshop ed eventi in cui la forza lavoro digitale può  condividere comptenze ed  idee innovative.

Giovanna Avino web write della piattaforma di lavoro online twago

Scritto da Magoo

Magoo

Web Developer & Mobile Developer, Game Lover insomma un Nerd.
Co-founder Iwebdesigner.it, Nerdzhouse SRL.
Prendo a schiaffi la tastiera fino a quando non succede qualcosa di buono.

COMMENTA

Loading Disqus Comments ...
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *