Un prototipo è per sempre

prototipo-wireframe

La documentazione è una parte importante nella realizzazione di un progetto, ma a volte può essere una parte anche molto noiosa: se lavorate presso società di consulenza che si occupano di design e progettazione spesso la documentazione è il primo risultato che viene dato ai clienti.

Primo risultato, ma non l’ultimo, nè a volte il più aderente alla realtà finale del progetto: quando infatti si tratta interazioni molto complesse non è raro che questi documenti possano essere lunghi anche 100 pagine. Immaginerete che scrivere un documento di 100 pagine di progettazione non deve essere per nulla semplice anzi, ma la parte più complessa è sicuramente mantenerla aggiornata durante gli sviluppi, avere cura dei dettagli e lavorare in alta qualità, magari utilizzando programmi come Illustrator e Photoshop.

Abbiamo detto che la documentazione finale, quella che spediamo ai clienti, non è il prodotto finale, indipendentemente da come questa venga realizzata e questo rappresenta una grossa difficoltà e un ostacolo da superare, soprattutto nella relazione con il cliente.

La documentazione è inflessibile e per questa sua caratteristica non è in grado di soddisfare le esigenze di continua evoluzione che sono proprie di un progetto, ma il prototipo?

Il Prototipo è potente

 Un cliente non legge il prototipo, lo guarda, lo studia e interagisce con esso

Questa è la differenza con la documentazione, il prototipo è interattivo: se invece di fornire la documentazione come risultato finale dei vostri studi di progettazione, presentate un prototipo questo consente una maggiore interazione e un livello di apprendimento molto più ampio per il cliente, il quale invece che leggere, partecipa attivamente al risultato finale. Il prototipo di per sè non rispecchia interamente il prodotto finale e sicuramente può avere dei bachi, ma permette al cliente di capire cosa ha davanti e individuare le prime problematiche e indicare cosa e dove migliorare.

Il prototipo è come una sessione di Brain Storming: lo hai davanti, ci “giochi”, scopri i suoi lati nascosti, è la scintilla per apportare miglioramenti o modifiche.

Cerchiamo di capire come utilizzare i prototipi, quando e di che tipo essi possono essere.

prototipo

Come utilizzare i prototipi

Possiamo identificare diversi tipi di prototipizzazione e diversi momenti in cui utilizzarli

Prototipizzazione su carta

  • creazione di sketch su carta per la definizione della prima Interfaccia utente, sono utili anche come primi test con gli utenti
  • Quando usarli: all’inizio del progetto, quando stai definendo l’idea e hai bisogno di uno strumento veloce per dar vita alle tue idee.
  • Presentazione: su carta

Prototipizzazione visiva

  • creazione di una presentazione che scorre in maniera dinamica.
  • Quando usarli: se volete far fare “Uhao” al vostro cliente senza utilizzare i fogli di carta e volete fare un po i “fighi”
  • Presentazione: usate Keynote

Prototipizzazione con Wireframe

  • creazione di una presentazione dinamica con la quale utente si può interfacciare e discutere delle interazioni
  • Quando usarli: quando volete far fare un “UHAO” molto grosso al vostro cliente e quando avete a che fare anche con sviluppatori e responsabili di progetto. Le azioni che vengono presentate diventano subito analisi di studio da parte del team di sviluppo che inizia a farsi una idea di quello che volete e inizia a pensare a come realizzarlo.
  • Presentazione: potete usare inVision oppure JustInMind Prototyper

In conclusione se siete degli UX Designer va bene la documentazione, ma forse con un prototipo vi alleggerite il lavoro e vi divertire anche di piu

 

fonte: http://uxmag.com/articles/how-prototyping-is-replacing-documentation

Scritto da mtderiw

mtderiw

Information Architect and Social Media Strategist, Experienced Test Manager, un edile dell'Informazione imprestato all'informatica o viceversa, scegliete voi! Un pazzo scrivente che ama l'informatica, la comunicazione e... le moto!

COMMENTA

Loading Disqus Comments ...
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *